Hurricane hole

image

Tecnicamente significa buco per uragani e sono dele insenature strette contornate da una zona collinare abbastanza apia possibilmente con una vegetazione di mangrovie. In caso di arrivo di uragani ci so porta all interno il più possibile delle mangrovie che dovrebbero un po’ frenare la furia del vento che a causa del buco alto e stretto ha poco spazio per incunearsi all interno.
Questo quando la barca e in acqua. Quando è a terra invece nella stagione degli uragani che va da agosto a novembre alcuni marina come quello di Virgin Gorda di cui alle foto scavano credi buchi all interno del quale collocano il buono e il timone della barca che è quindi più bassa e fa meno presa al vento e contestualmente la tengono ancorata al terreno con dei cavi di acciaio.
Comunque se l uragano, quello vero, arriva non c’è buco che tenga, come dicevo quello…..

Da antigua a Virgin Gorda via St barth ( la St Tropez dei caraibi)

Allora purtroppo abbiamo avuto sempre delle wifi loffio che nn mi facevano pubblicare nulla. Vi aggiorno.
Al momento mi trovo all aeroporto di Tortola BVI e sto per andare a porto rico per prendere Valentina e i bambini e ritornare domattina qui.
I ragazzi sono partiti ieri.
Abbiamo avuto una navigazione fantastica per tutto il tempo e condizioni meteo assolutamente perfette.
Antigua e un vero gioiello e l abbiamo lasciata con dispiacere.
All arrivo a St barth ci siamo resi subito conto perché è chiamata l isola dei vip. E una vera e propria St Tropez dei caraibi. Vi dico solo che il tasso di ricchezza e misurabile dal fatto che ho visto un taxi che era UNA PORCHE CAYENNE!!!!!!!

Negozi di gran l’isso barche pazzesche e tutto il solito visto e rivisto.
Arrivati in rada in manovra per prender la cima della boa ho esagerato con l elica di prua che si è i cattivata nella cima e si è staccata dal suo alloggiamento proprio perché le viti che la tengono al suo asse sono di teflon e devono rompersi per non fare contrasto. Ho recuperato l’elica sul fondo marino e ieri l altro in porto siamo riusciti nell epica manovra di riposizionare le elica in un modo brevettato da amel e senza tirare su la barca o andare noi in acqua , semplicemente fantastico.
partiti da St barth abbiamo fatto rotta su St martin che è li di fronte e d e divisa nella parte olandese e quella francese. Quella olandese e mostruosa completamente abbandonata alle costruzioni selvagge sin sulla spiaggia e oltre mentre scorrendo la costa ti accorgi subito dove finisce l Olanda e inizia la Francia. C e un cambio netto con la costa che ritorna bellissima le costruzioni discrete e è le spiagge fantastiche
Va be ora devo prendere l’aereo. Pubblico questa Senno mi si cancella tutto.
L’aereo planino per capirci e quello dove è caduto Missoni. Se nn mi sentite tra un oretta imagesapete t perché

ANTIGUA:naviga veloce, vivi lentamente!

imageimageimage

Eccoci ad antigua.
Dopo una navigazione spettacolare con vento morbido tanto da tirare fuori il gennaker ieri nel primo pomeriggio siamo sbarcati in una bellissima baia di antigua e dopo un bagno ristoratore e rum punch all imbrunire abbiamo fatto il nostro trionfale ingresso nella mitica english arbour dove il nelson dokyard( cantieri navali del 1700 dove trovava riparo l intera flotta britannica capeggiata dall ammiraglio nelson ) e una delle più belle opere di architettura navale che possa esistere. Restaurato meticolosamente e veramente straordinario.
Ieri sera siamo andato in cima alla città dove è un bastione all interno del quale si ballava regge e si faceva barbecue.
Ora siamo al mitico antigua yacht club e stasera partiremo per St. Barth.
Ai miei bambini: vi ho spedito le cartoline!!!
Ci aggiorniamo. Ricordate di SEGUIRCI semplicemente cliccando l’icona a sx dello schermo per vere la nostra posizione in tempo reale.
Ciaooo

Tracking

Ciao

ho aggiornato il tracking di Ocean Bird. Potete ora visualizzare sulla mappa la posizione e la rotta del nostro vascello cliccando sul campo qui a sinistra.

un buon vento a loro e un buon vento a voi.

donato