Brevi Dal Pacifico

Posizione:

05°00′ S
093°30′ W
h 01:30:16 UTC

 

Siamo in oceano da 60 ore circa e dopo una partenza con un discreto vento siano piombati nelle calme equatoriali e navighiamo a motore da più di 24 ore. Facciamo rotta a sud, allontanandoci dalla rotta diretta per Hiva Hoa per trovare un po di vento, ma per arrivarci dobbiamo scendere di latitudine per almeno altri due giorni prima di incontrare l’aliseo.

Stanotte il mare è olio e pur senza luna il cielo è talmente stellato che si riesce quasi a distinguere l’orizzonte. Non ho mai visto un cielo cosi luminoso di notte. La croce del sud è una compagnia rassicurante in queste calme che non ho mai amato.
Ogni tanto comunichiamo via radio con le altre barche, ormai lontane dalla vista e che ogni tanto appaiono e scompaiono all’orizzonte. A bordo tutto bene, molto bene: il clima è sereno ed il cazzeggio rende la giornata piu viva.  Ieri giornata dedicata al bucato e al riordino delle provviste. Paolo, ormai noto alla flotta come grande cuoco, si è espresso in piatti raffinati, passati di verdure con una storia e paste asciutte che non trovi nei ristoranti.
Ieri rigatoni sempre alle vedure con pangrattato e alici pugliesi dissalate. Gli abbiamo imposto un solo pasto al giorno, come sempre facciamo nei viaggi, ma è battaglia persa. Mentre scrivo macella un pollo galapaguegno e sento sfrigolare il pentolone.
Le trasmissioni radio sono difficoltose, le stazioni americane si allontanano sempre di piu e quelle asiatiche e australiane non sono ancora alla nostra portata, dunque non siamo mai certi di poter inviare e ricevere mail, anche perchè i bollettini meteo hanno priorità assoluta.
I turni di guardia sono pesanti ma la tranquilla navigazione ci da il tempo di adeguarci ai ritmi di sonno frammentati.
Di notte bisogna sopratutto essere pronti ad affrontare i groppi improvvisi (squall) che si manifestano con acquazzoni violenti e colpi di vento e che bisogna prevenire tirando giu tutte le vele ed ogni oggetto in coperta che possa volare in mare.
In questi groppi che per fortuna durano pochissimo si passa da una temperatura media di 27 gradi a 10-15 gradi, che obbligano a coprirsi rapidamente.
Di giorno gli squalls sono visibili, mentre di notte compaiono come addensamenti di colore sul radar, strumento indispensabile in queste acque.
Un pericolo, stavolta invisibile, è la presenza di balene, che come gli umani di notte dormono,  in superficie. Avendo pochi nemici non hanno timore di dormire profondameente per cui sbatterci sopra con un barca da 20 tonnellate è molto pericoloso. Stamane all’alba abbiamo incontrato il primo natante, un peschereccio (anzi un nave peschereccia) giapponese non segnalata sul sistema AIS che segnala la presenza di una nave sullo schermo e ne fornisce i dati completi (nome, provenienza, velocita ecc). In Italia come altrove il sistema ais è obbligatorio, ma puo essere disattivato alla bisogna (lo facciamo in acque dove veengono segnalati pirati ad esempio). I jap lo spengono perche spesso pescano in acque dove non è consentito oppure per non segnalare a pescatori concorrenti la presenza di buone aree di pesca, oppure ancora quando i bastardi vanno a caccia di balene. Li abbiamo chiamati via radio per concordare il passaggio all’incrocio, ma non hanno risposto (ancora una volta bastardi).
Lasciano lunghissimee reti galleggianti non segnalate da luci o boe e finirci dentro con la barca è pericoloso.
Ieri sera cinema (abbiamo un centinaio di film) abbiamo rivisto il Bounty nelle due versioni (Marlon e Mel Gibson) e non cè storia, Marlon è stato un grande. Tra l’altro siamo in direzione di Pitcairn, appunto l’isola dove finì Fletcher Christian dopo l’ammutinamento con una meravigliosa gnocca tahitiana. Piccola curiosita a Pitcairn una buona parte della popolazione ha il cognome Christian.
In questo momento mancano 2718 miglia a Hiva Hoa procediamo verso SudOvest alla ricerca del vento e viaggiamo ad una velocita sotto i 6 nodi. Abbiamo ancora molte miglia da fare a motore e dunque teniamo i consumi sotto controllo.

A presto,
Donato

 

 

4 pensieri su “Brevi Dal Pacifico

  1. Ma che meraviglia viaggiare così in barca. Ti seguirò sicuramente perché voglio avere notizie di come va il viaggio. Spettacolare. Se ci fossero anche foto sarebbe il top.

    Mi piace

  2. Tip Tap calzature Firenze ha detto:

    GRANDISSIMI!!! Che emozione ogni parola e vi confesso che mi preoccupo!!!

    Un’avventura così grande che vi cambierà e che una volta a casa non vi abbandonerà più!! CHE BELLO Baci

    Marzia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...