Brevi Dal Pacifico

Posizione:

05°00′ S
093°30′ W
h 01:30:16 UTC

 

Siamo in oceano da 60 ore circa e dopo una partenza con un discreto vento siano piombati nelle calme equatoriali e navighiamo a motore da più di 24 ore. Facciamo rotta a sud, allontanandoci dalla rotta diretta per Hiva Hoa per trovare un po di vento, ma per arrivarci dobbiamo scendere di latitudine per almeno altri due giorni prima di incontrare l’aliseo.

Stanotte il mare è olio e pur senza luna il cielo è talmente stellato che si riesce quasi a distinguere l’orizzonte. Non ho mai visto un cielo cosi luminoso di notte. La croce del sud è una compagnia rassicurante in queste calme che non ho mai amato.
Ogni tanto comunichiamo via radio con le altre barche, ormai lontane dalla vista e che ogni tanto appaiono e scompaiono all’orizzonte. A bordo tutto bene, molto bene: il clima è sereno ed il cazzeggio rende la giornata piu viva.  Ieri giornata dedicata al bucato e al riordino delle provviste. Paolo, ormai noto alla flotta come grande cuoco, si è espresso in piatti raffinati, passati di verdure con una storia e paste asciutte che non trovi nei ristoranti.
Ieri rigatoni sempre alle vedure con pangrattato e alici pugliesi dissalate. Gli abbiamo imposto un solo pasto al giorno, come sempre facciamo nei viaggi, ma è battaglia persa. Mentre scrivo macella un pollo galapaguegno e sento sfrigolare il pentolone.
Le trasmissioni radio sono difficoltose, le stazioni americane si allontanano sempre di piu e quelle asiatiche e australiane non sono ancora alla nostra portata, dunque non siamo mai certi di poter inviare e ricevere mail, anche perchè i bollettini meteo hanno priorità assoluta.
I turni di guardia sono pesanti ma la tranquilla navigazione ci da il tempo di adeguarci ai ritmi di sonno frammentati.
Di notte bisogna sopratutto essere pronti ad affrontare i groppi improvvisi (squall) che si manifestano con acquazzoni violenti e colpi di vento e che bisogna prevenire tirando giu tutte le vele ed ogni oggetto in coperta che possa volare in mare.
In questi groppi che per fortuna durano pochissimo si passa da una temperatura media di 27 gradi a 10-15 gradi, che obbligano a coprirsi rapidamente.
Di giorno gli squalls sono visibili, mentre di notte compaiono come addensamenti di colore sul radar, strumento indispensabile in queste acque.
Un pericolo, stavolta invisibile, è la presenza di balene, che come gli umani di notte dormono,  in superficie. Avendo pochi nemici non hanno timore di dormire profondameente per cui sbatterci sopra con un barca da 20 tonnellate è molto pericoloso. Stamane all’alba abbiamo incontrato il primo natante, un peschereccio (anzi un nave peschereccia) giapponese non segnalata sul sistema AIS che segnala la presenza di una nave sullo schermo e ne fornisce i dati completi (nome, provenienza, velocita ecc). In Italia come altrove il sistema ais è obbligatorio, ma puo essere disattivato alla bisogna (lo facciamo in acque dove veengono segnalati pirati ad esempio). I jap lo spengono perche spesso pescano in acque dove non è consentito oppure per non segnalare a pescatori concorrenti la presenza di buone aree di pesca, oppure ancora quando i bastardi vanno a caccia di balene. Li abbiamo chiamati via radio per concordare il passaggio all’incrocio, ma non hanno risposto (ancora una volta bastardi).
Lasciano lunghissimee reti galleggianti non segnalate da luci o boe e finirci dentro con la barca è pericoloso.
Ieri sera cinema (abbiamo un centinaio di film) abbiamo rivisto il Bounty nelle due versioni (Marlon e Mel Gibson) e non cè storia, Marlon è stato un grande. Tra l’altro siamo in direzione di Pitcairn, appunto l’isola dove finì Fletcher Christian dopo l’ammutinamento con una meravigliosa gnocca tahitiana. Piccola curiosita a Pitcairn una buona parte della popolazione ha il cognome Christian.
In questo momento mancano 2718 miglia a Hiva Hoa procediamo verso SudOvest alla ricerca del vento e viaggiamo ad una velocita sotto i 6 nodi. Abbiamo ancora molte miglia da fare a motore e dunque teniamo i consumi sotto controllo.

A presto,
Donato

 

 

la Wi-Fi va a pedali

TARTAGAFFA (tartaruga col collo a giraffa)


PAOLO (Indian) jones


PILIZIE PRE PARTENZA

Barchetta di tre ragazzi svedesi che sono partiti dalla Svezia e stanno facendo il giro del mondo

!!!!

Rose dell Ecuador


Iguana delle Galapagos 

Nico che si tuffa dall albero!!! Giulia non ti preoccupare te lo teniamo d occhio noi il bambino!!

Disinfestazione dei bagagli nellaereo che porta. Agalapagos. Quando scendi all aereo porto ti fanno passare su un tappeto bagnato disinfettante per eliminare residui sotto le suole

Un po’ di foto Pre partenza

Mi ero dimenticato di dirvi che tre 5 giorni fa e affondata  all ingresso della baia  la nave che porta i viveri e quindi c’è stato una cordìsa ai viveri e super completamente vuoti. I ristoranti nn avevano più birra. Ieri è arrivata una nuova nave e la situazione si è normalizzata ma se non fosse arrivata avremmo dovuto rimandare la partenza 

Questi sono i world arc Angels  cioè i ragazzi dell organizzazione che ci assistono

 

Panama – Galapagos- marchesi – Tahiti : come da Roma a Pechino in auto!!!!!

Già  ho visto ora che sono circa 4800 miglia circa 8.600 Km che è la distanza che ci vuole tra Roma e Pechino. Solo che noi la facciamo in Barca e senza autogrill!!!!

Comunque domani 01 marzo 2017 si parte ore 12,00 ora Galapagos e cioè le 19 da voi. MI raccomando tutti a tifare. X noi.  Ieri sera c è stat la premiazione della tappa panama Galapagos e ovviamente non potevamo essere tra i premiati. Eravamo cmq presenti io e donato quando sentiamo parlare di un premio speciale ad una barca che ha fatto la partenza più spettacolare nella storia della worldarc.!   Sti  cazzi mi dico e che avranno fatto questi una partenza al fulmicotone quando sento pronunciare il nome di OCEAN BIRD!!!!  In sostanza erano tutti impazziti xchè alla partenza come e nostra consuetudine abbiamo messo il brano di volare cantato da Pavarotti amplificato dall altoparlante e cantando a squarciagola.  La cosa è piaciuta così tanto che il video è stato pubblicato sul sito della world arc e YouTube. Ovviamente mi hanno messo la canzone in sottofondo e mi hanno dato il microfono credendo che mi vergognassi e sapete com’è finita. Tutta volare e tutto il bar in piedi a cantare con noi.!!! Vabbè premiati anche stavolta !!!!! 

Qui lavori su lavori per la partenza.  La cosa più sfiancante come sempre e la cambusa. Chi la vuole cotta chi cruda che gialla chi rossa. Comunque siamo alla fine. 250 litri di acqua da bere, 150 birre, un casco di banane verdi, carne di manzo e pollo che sono solo autoctoni xche è proibito importare carni da fuori.20 kg di patate 5 kg di pomodori, 8 kg di farina, 7 lirìtri di olio,formaggi salmi prosciutti e nduja dell Emanuela. Oggi ne barattiamo un piccolo pezzo con gli altri italiani di zeeland modenesi, in cambio di aceto baldìsamico invecchiato 40 anni!!!

Qui a SANTA CRUZ capisci che ogni isola ha una storia a se. A San cristobal la facevano da padroni i leoni marini. Qui c’è ne sono solo due pagati dalle ente del turismo che stanno all arrivò delle lance. Poi stravincono iguana e tartarughe di terra e di mare. Quelle di terra hanno sviluppato un collo lunghissimo per poter mangiare le foglie da gli arbusti più alti. Fanno veramente impressione. Le iguana sono ovunque ieri mentre correvo mi sono distratto e ne ho presa una in pieno. Le tartarughe fanno decine di chilometri per arrivare alla spiaggia dove depositano le uova. Queste vengono raccolte dai ranger del,parco e messe in incubatrici ove è possibile manipolare il sesso aumentando o diminuendo la temperatura dell incubatrice.  Devo dire che sta cosa non mi è piaciuta x nulla xche è un intervento invasivo sull ecosistema che non avrei immaginato qui a Galapagos dove l assecondare il corso naturale della vita dell intero sistema costituisce il principio fondante e l obiettivo principale della riserva . Ma va be avranno i loro motivi. Le tartarughe vivono circa duecento anni 

In acqua ci sono pesci predatori enormi che arrivano sulla superficie x mangiare i pesciolini e sembrano degli squaletti. Poi, quando sotto la barca ti gira intorno uno squalo di oltre due metri ti accorgi della differenza. Insomma nuotate addio. Preferisco la doccia!!!!

Ci è piaciuta molto guayachil la città dell Equador sulla costa dove abbiamo dovuto fare scalo e dormire nel volo di andata. La città è pulitissima hanno un bellissimo lungomare è piena di chiese è una zona vecchia che parte dal mare ( anzi quello era il fiume quindi lungofiume) e sale in cima ad una collinetta per il tramite di circa 600 gradini alla sommità della quale è sistemato un bellissimo farò perfettamente finzionamete aperto al pubblico 24 ore su 24 con tanto di museo marino!!!

Lo sapevate che l Equador e il più grande esportatore di rose del mondo????? Quelle che vendono nei locali a Firenze vengono da qui!!!!!

Qui a Santa cruz ci sono centinaia di ettari di Palos Santos ovvero alberi dell incenso da cui appunto ricavano l incenso che si usa nelle chiese. Non sapevo,che venisse da un albero. Gli ingressi nelle isole sono contingentati arrivano in un anno massimo 250.000 turisti. Le strutture infatti sono poche e le costruzioni in genere ancora meno. Gli animali che vi si trovano sono arrivati tutti o via mare o via cielo. Quindi solo uccelli e pesci . Non troverai lepri consigli selvatiche, capre  o altri animali terricoli.

Ti accorgi subito di un dettaglio particolare arrivando Ale Galapagos: niente palme!!!! Già lo stereotipo che dopo un po’ ti annoia della spiaggia bianca con le palme a Galapagos non esiste. Spiaggia bianche poche e mai con le palma. Ma vegetazione bassa e cespugliosa da macchia mediterranea direi.   Sono bellissime le fregate quegli uccelli che si fiondano a siluro nella cqua x pescare. Sono bellissime quando sono in amore. Le abbiamo viste su un isolotto sperduto. In circa mezz’ora gonfiano il gargarozzo Che diventa rosso scarlatto ed enorme e vanno a,pavoneggiarsi davanti alle femmine attirate dal colore. Siccome alle femmine non basta cominciano a fischiare e però devono stare attenti perché se seaprono la bocca troppo il rosso si sgonfia e niente accoppiamento. Insomma un ansia da prestazione pazzesca che secondo me li porterà all estinzione!!!!!! E meno male che lo fanno al massimo tre volte al giorno sennò…….

Vabbè comunque domani si parte.  Vi dico solo che allo skipper briefing ci hanno detto di caricare più gasolio possibile perché la tarversata sarà purtroppo, soprattutto nei primi giorni sino a quando cioè non scenderemo almeno intorno ai 10 gradi sud cioè di almeno 600 miglia  , caratterizzata da venti deboli. Poi diciamo verso il 4 giorno dovremmo incocciare l aliseo di sud est quello che parte dall estremo sud dell America meridionale che dovrebbe darci c venti più sostenuti e da lasco, poppa. La,precisone e di arrivare tra 20/22 giorni. Ma tutto dipende dal vento. Se lo troviamo facciamo prima sennò arriviamo dopo. Tanto dopo il terzo giorno entri nel ritmo e potresti proseguire per mesi. Quindi ……. 

Qui per ora è tutto vedo di caricare un po’ di foto e poi sfidando lo squalo mi faccio un bagnato rigenerante che qui fa un cardo!!!!!!

Baci a tutti MA soprattutto ai miei  cipollotti!!!

  •                                                                 RICORDO CHE POTETE CHIAMARCI AL TELEFONO SATELLITARE

                                                                                                               +881632631765

CHIAMATE CHIANATE CHIAMATECIIIIIIIIIIIII